Weekend a Barcellona Cosa Vedere

0

 

Un weekend a Barcellona cosa vedere? Vi racconto la mia esperienza di viaggio a Barcellona sperando che possa essere utile a qualcuno!

Capitale della Catalogna, Barcellona offre tutto ciò che una grande città Europea può offrire, storia, architettura, temperature miti, il sole, il mare e ottimo cibo!

Il mio viaggio a Barcellona è durato più di un weekend, anche perché davvero la città offre tanto!

L’ entusiasmo su questo viaggio è stato altissimo già dalla sua organizzazione, per poi crescere con la prenotazione del volo e dell’ hotel fino all’ arrivo a destinazione!

Il mio volo ha atterrato all’aeroporto “El Prat” che è molto ben collegato con la città dalla linea metropolitana, che con pochi euro e pochi minuti vi porta dall’aeroporto al centro di Barcellona!

Tra i raggi caldi di un tiepido sole, il mare che dolcemente mi invitava a farmi cullare dalle onde che andavano a infrangersi sulla battigia, i colori così vivi e i profumi delle tapas aperte a tutte le ore mi sono perdutamente innamorata di questa città!

Le cose da fare a Barcellona sono tante, sia che si tratti di una breve vacanza culturale o di relax.

Mi sono lasciato ispirare dalle sue strade e mi sono affidata al mio estinto esploratore, per questo motivo sono consapevole di aver perso pezzi importanti della visita, ma preferisco perdermi tra le strade del posto che visito e confondermi tra i passanti piuttosto che correre freneticamente alla ricerca di musei e “must to see”.

Una delle cose più belle da vedere e visitare a Barcellona il parco Güell raggiungibile in metro (Lesseps) ad entrata gratuita. Questo parco è una gioia per tutti i sensi i colori, le forme e la vista che offre della città trasmettono una gioia di vivere e un’allegria che resta nella mente dei viaggiatori.

 

Parco Gell Barcellona

parc guell barcellona

Il parco fu voluto da quello di cui prende il nome ideato da Gaudi, al suo interno che si trovano delle case in miniatura, come quello all’entrata che ricorda la casa di Hansel e Gretel. Le forme, i colori caratteristiche dell’architettura di Gaudi e la posizione del porco lo hanno reso famoso in tutto il mondo. In effetti l’impronta lasciata da Gaudi a Barcellona è forte, non solo il parco, ma la famosa cattedrale sagra da famiglia in stile gotico che ancora in costruzione, uno degli edifici più visitati al mondo, la casa Pedrera e la casa Batlo’ , come anche la casa Calvet sono edifici di straordinaria bellezza, uno stile unico che rapisce lo sguardo e vi porta in un’altra dimensione!

Come tutte le città Barcellona è divisa in quartieri, e non ci si può esimere dal visitare la parte vecchia della città, con la sua Ramblas piena di vita (a volte fin troppo!) Con il suo mercato coperto, uno dei più belli che abbia mai visto, non manca davvero nulla, qualità gentilezza, ottimi prezzi e venditori davvero simpatici!

Al suo interno, nei suoi vicoli, mi sono lasciata trascinare dall’istinto “perdendomi” tra le strade di un vecchio quartiere che assistito accompagnato le evoluzioni della città conservando il fascino di centri storici delle città europee. Un’impronta importante è stata lasciata da Gaudi, come dicevo, le sue opere più conosciute e apprezzate sono la cattedrale Sagrada Familia, Casa Pedrera, Casa Batlo e parco Guell.

 

Casa Batlo’ Barcellona

Casa Batlo Barcellona

La Sagrada Familia Barcellona

La Sagrada Familia è la cattedrale di Barcellona, la sua costruzione, ancora in corso, ha già impiegato più di un secolo, ed è il monumento più visitato di Spagna. Questa monumentale cattedrale è stata l’ossessione di una vita dell’architetto Gaudi, nel corso degli anni sono stati spesi tutti fondi iniziali e così lo stesso Gaudi ho contribuito con il proprio patrimonio personale e quello dei donatori. La cattedrale impressionante, è enorme e infonde quasi timore.

Appena vicini ci si sente piccoli piccoli, e, in effetti lo siete, l’intera struttura si sviluppa in altezza con le sue tournée in stile medievale. L’interno anche suo straordinariamente grande e capace di ospitare ben 13.000 persone. Al suo interno, con soli euro 2,50 si può accedere all’ascensore che in pochi secondi di porto ad un’altezza straordinaria che permette una vista privilegiata della città. Negli anni è diventata il simbolo più rappresentativo della città, è una visita ed obbligo. Ma l’edificio che mi ha letteralmente colpito il cuore e la casa in pochi secondi di porto ad un’altezza straordinaria che permette una vista privilegiata della città. Negli anni è diventata il simbolo più rappresentativo della città, è una visita ed obbligo. Ma l’edificio che mi ha letteralmente colpito il cuore e la casa Balto’.

Non è solo un palazzo o casa, questa è arte, un posto dove ci si può lasciare andare e perdersi tra i colori, le forme, i giochi di luce e ombra. Sia all’interno che la facciata esterna meritano una visita. Una curiosità sulla casa Batlo’ riguarda i nomignoli che le sono stati dati dagli abitanti: casa de los ossos e casa del drac, il primo è di facile intuizione, soprattutto osservando la facciata esterna, le sue finestre ricordano ossa, il secondo nomignolo è dovuto al fatto che il terrazzo rappresenta San Giorgio e il dragone (Drac).

L’interno della casa è un’esperienza da vivere, a me è piaciuto tantissimo!

Casa Pedrera Barcellona

 

barcellona casa pedrera

Anche la casa Pedrera è molto visitata, soprattutto il terrazzo dell’attico. Io ci sono passato davanti, più per caso che per scelta è un edificio anche suo particolare ma me non ha colpito in modo particolare!. Superata la fase Gaudi, mi sono dedicata al barrio gotico, fino ad arrivare alla cattedrale e il Mirador di colombo. Da qui il porto vecchio e la spiaggia cittadina molto ben tenuta, con il passaggio sul lungomare perfetto per passeggiate tranquille al sole! Il vecchio porto ospita un centro commerciale, ultra fosse un marittimo con diversi bar e ristoranti tra cui ” Tapas del Mar” Che a prezzi modici offre diverse e particolarmente gustose tapas.

 

Tornando verso la città vecchia e piacevole fermarsi davanti alla cattedrale in stile gotico più vicino uno stile nord europeo in contrasto con le altre chiese di Barcellona la cripta al suo interno contiene la tomba di Santa Eulalia che uno dei patroni di Barcellona.

Dopo aver trascorso un paio di giorni in questa bellissima città e deve preso confidenza ho iniziato a girarla piedi, così passeggiando per le sue strade seguendo le indicazioni mi sono ritrovata nel parco della Ciuttadella molto bello con fontane i mausolei impressionanti ma purtroppo davvero molto tenuto. L’incuria del tempo il senso di abbandono hanno sicuramente influito su questo parco, anche se c’erano aree ben tenute, ma sfortunatamente non tutto, ed è un vero peccato! Alla fine del mio viaggio a Barcellona, ma non per questo meno importante ho deciso di visitare il castello di Montjuic.

 

Castello di Montjuic Barcellona

 

Il castello di Montjuic è visitabile da Martedì a Domenica(tra Aprile e Settembre) dalle 9am alle 9pm.

La sua storia risulta essere abbastanza oscura per le numerosi prigionie e sede di morti per dissidenti politici.

La sua posizione strategica da un fascino particolare e un ottima vista della citta.

Per quanto riguarda la mia esperienza sono rimasta alquanto traumatizzata dal numero di zingari che bloccano le scale (indispensabili per arrivare in cima) che cercano di derubare i turisti! Semplicemente orribile.. ma che accomuna Barcellona a Parigi!

Il mio weekend a Barcellona finisce qui, spero di tornarci presto e spero che questo articolo vi sia piaciuto, grazie per la lettura, intanto mi preparo alla prossima avventura!

Share.

About Author

Maria Mazzeo è fondatrice ed editrice di Viaggiare Cosi il sito di viaggi. Artista e fotografa freelance basata tra Roma, Londra, Barcellona. Una donna ambiziosa che ha creato dal nulla il blog Viaggiare Cosi per documentare in maniera personale e professionale i propri viaggi, in modo informale e soprattutto onesto. Ha visitato hotel lussuosi ma anche ostelli in viaggi indipendenti in Europa tra cui Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Germania, Austria, Grecia e costantemente impegnata ad organizzare la prossima avventura!

Leave A Reply

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com