Weekend a Roma cosa vedere e dove mangiare

3

Il mio Weekend a Roma Cosa Vedere, i miei consigli per godersi la città eterna!

Di weekend a Roma non mi sazierò mai, e onestamente penso che le cose da vedere a Roma son talmente tante che servirebbe una vita intera per vederle tutte!

Per questo motivo mi sono creata dei mini itinerari in modo da poter organizzare i miei viaggi.

La prima volta che ho visitato Roma il mio obiettivo principale fu la Roma Antica, quella più lontana e forse per questo più affascinante!

Weekend a Roma Cosa Vedere nella Roma Antica:

Colosseo – Foro Romano PalatinoFori Imperiali – *Palazzo Venezia e Lupa Capitolina* – Teatro di MarcelloPantheon

Ho aggiunto palazzo Venezia perché si trova nell’ area e non potevo comunque evitare di notarlo!

La cosa più importante per me era la scelta dell’ hotel, non volevo soggiornare in hotel lontani dal centro d’ interesse, infatti per visitare i resti di Roma Antica partendo dal Colosseo ho scelto un hotel che si trova nei dintorni del Colosseo facilitandomi l’ arrivo sul posto per un orario che mi ha permesso una visita rilassata evitando la coda.

 

Roma Colosseo

Roma Colosseo Biglietti

Il Colosseo noto gli antichi romani come Anfiteatro Flavio, è il più grande nonché famoso anfiteatro del mondo, patrimonio UNESCO e una delle sette meraviglie del mondo moderno!

Costo Ingresso Colosseo:

  • Adulti 12 € +2 €(ed io aggiungo vergognosamente economico)
  • Ridotto 7,50 € per i Cittadini UE tra i 18-25 anni (!!!!)
  • Gratuito per i Cittadini UE e Extracomunitari eta inferiore a 18 anni (OMG)

Orari del Colosseo:

Il Colosseo è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 16.30 ad esclusione del 25 Dicembre e 1 Gennaio.

Il biglietto comprende la visita al Colosseo, al Foro Romano e il Palatino, vale per i due giorni successivi alla prima entrata e ha un costo aggiuntivo di 2€ per il diritto di prenotazione online.

Ricordo che quando visitai io l’ Anfiteatro pagai la guida per i Sotterranei e Terzo Ordine al costo aggiuntivo di 11€ ma ne è davvero valsa la pena, anche se ricordo che il percorso non era agevole e che per salire in cima gli scalini erano altissimi, mi son sempre chiesta come facessero gli antichi romani a salire quelle scale data la risaputa statura!:)

Un esperienza per me emozionante, ma io sono di parte!

All’ uscita del Colosseo visto che il biglietto include la visita al foro romano e al Palatino, mi sono concessa la visita, anche se a Dicembre.

Personalmente non lo ricordo con entusiasmo, prima di andarci ho studiato e mi sono documentata perché ai miei occhi visto così è indecifrabile, e non si sa cosa si sta guardando, ma nonostante tutti gli sforzi non mi ha colpito molto.

 

Roma Foro Romano Ara di Cesare 

Foro Romano Ara di Cesare

Ricordo bene l’ Ara di Cesare, dove ancora oggi vi si depositano dei fiori su ciò che resta dell’ antico altare situato al centro del podio di quello che resta del Tempio del Divo Giulio, e l’Arco di Settimio Severo. Il Palatino non l’ ho visitato perché era Dicembre e iniziò a piovere.

Durante la mia ultima visita a Roma (ci mancavo da un bel po’) ho notato che i lavori di restauro del Foro di Traiano sono finiti, ed è davvero spettacolare il lavoro fatto (critiche messe da parte visto in che situazione si trovava un po’ di anni fa).

 

Roma Foro di Traiano

Roma Foro di Traiano Fori Imperiali

Oggi i mercati Traianei sono assolutamente da visitare, e fermarsi almeno un attimo ad ammirare la Colonna di Traiano, vero e proprio gioiello arrivato intatto ai nostri giorni, mi ha fatto ricordare che mi trovavo in luogo speciale.

 

Colonna di Traiano

Roma Colona di Traiano

Uscendo dai Fori Imperiali non potevo evitare di vedere Palazzo Venezia conosciuto anche come Palazzo Barbo, dove vi si trova il Vittoriano e Altare della Patria.

 

Palazzo Venezia

Roma Palazzo Venezia

Alle spalle di Palazzo Venezia, a pochi passi, mi ha sorpreso il Teatro Marcello, parzialmente conservato che mi ha suscitato interesse per la sua sobrietà.

 

Roma Teatro Marcello 

Roma Teatro di Marcello

Per ultimo in questa lista ma non meno importante è il Pantheon, una costruzione dalle forme perfette, dal fascino ineguagliabile, tempio dell’ Antica Roma dedicato a tutte le divinità, passate – presenti – future, così come volle Agrippa, rappresenta il globo terrestre e la sfera celeste che racchiude i semi del fuoco eterno! Al suo interno vi si trovano le tombe di Raffaello e di alcuni membri della famiglia reale come Emanuele II.

 

Roma Pantheon

Roma Pantheon

Se è vero che a Roma ci torno da turista, non sopporto i turisti, e una delle cose che faccio di frequente è andarmene in giro per le città all’ alba, ed è quello che faccio solitamente anche a Roma, con il risultato di godermi una vista mozzafiato della città!

Questo è stato l’ tinerario per il primo giorno del mio weekend a Roma cosa Vedere nella città eterna!

 

Dopo un paio di mesi eccomi nuovamente nella città eterna, con un nuovo ed entusiasmante Itinerario Roma Barocca.

Questa volta nel mio weekend a Roma cosa vedere elencherò le opere e monumenti più belli ed interessanti della Roma Barocca! 

Piazza del Popolo – Piazza di Spagna – Piazza San Silvestro – Fontana di Trevi – Piazza di Pietra – Montecitorio – Piazza Navona 

Il secondo itinerario che tocca tra le più belle piazze di Roma, mi ha portato a scoprire quella che viene definita la Roma dei Papi, Barocca e preziosa.

Tra i nomi più importanti come non citare il Bernini, il Borromini, Raffaello, Caravaggio che hanno contribuito all’ arricchimento del patrimonio culturale di Roma e dell’ Italia.

Partendo da piazza del Popolo, spesso sede di eventi di vario genere, non possiamo non notare l’ obelisco al centro della piazza, e le sue chiese che le fanno da cornice; le “Chiese Gemelle”, la Basilica di Santa Maria del Popolo dove ho avuto il piacere di poter ammirare le opere del Bernini, di Caravaggio e Raffaello.

 

Roma Piazza del Popolo

Piazza del Popolo Roma oggi

Se avete il tempo (e il budget) un caffè nel famosissimo Caffè Canova può rappresentare una piacevole sosta.

Il primo giorno del “weekend Roma Barocca” da piazza del Popolo in direzione piazza di Spagna ho percorso Via del Babuino, e in pochissimo tempo sono arrivata a Trinità dei Monti. Ma, il giorno seguente ho scelto Via di Ripetta che mi ha condotto al Museo dell’ Ara Pacis, che consiglio di visitare, anche se il costo è un po’ più alto rispetto a quello che siamo abituati a pagare in Italia, ma davvero ne vale la pena. Uno dei pochi resti arrivati a noi in ottime condizioni.

Roma Museo Ara Pacis

 

Ricordo ancora la prima volta che sono andata a Piazza di Spagna, la scalinata di Trinità dei Monti ha un non so che di affascinante, con la chiesa alla sua sommità che veglia sulla piazza e la sua Fontana della Barcaccia che specchia il cielo azzurro di Roma!

 

Roma Piazza di Spagna

Roma Piazza di Spagna scalinata

Adoro sedermi sui gradini e semplicemente guardare le espressioni dei turisti, e molto spesso le assurdi posizioni per uno scatto ridicolo!

 

 Roma Fontana della Barcaccia

Roma Piazza di Spagna Fontana della Barcaccia

Dopo una bella e ricca colazione all’ Antico Caffe Greco da Piazza di Spagna mi sono diretta a Via di Propaganda fino ad arrivare in via della Mercede per fermarmi davanti al Palazzo di Bernini, ossia dove lo scultore visse.

 

Roma Caffe Greco

 

Proseguendo per via della Mercede sono arrivata in Piazza di San Silvestro e proseguendo per via del Pozzetto fino ad arrivare a via Sant’Andrea delle Fratte ho visitato la Chiesa da cui prende nome la strada, Chiesa Sant’Andrea Delle Fratte, dove si può vedere il Campanile di Borromini a due ordini, al suo interno spiccano l’ altare di Vanvitelli e gli angeli con il simbolo della passione di Bernini.

 

Roma Sant’Andrea delle Fratte

 

Uscendo dalla Chiesa di Sant’ Andrea delle Fratte mi son trovata su Via di Capo le Case e proseguendo pochi metri in Via dei Due Macelli. Alla fine della strada proseguendo per Via del Tritone fino a Piazza Poli prima e via Poli poi, sono arrivata a Fontana di Trevi!

Se non avete visitato la Chiesa di Sant’ Andrea delle Fratte ma vi siete fermati a Piazza di San Silvestro proseguendo per Via di Santa Maria in Via (che viene interrotta da Via del Tritone, ma dovete proseguire fino alla fine della strada) si arriva all’ incrocio tra Via dei Sabini e Via dei Crociferi, alla fine della quale (via dei Crociferi) si trova Fontana di Trevi.

 

Fontana di Trevi Roma 

Roma Fontana di Trevi

Per quello che riguarda Fontana di Trevi non ho mai veramente apprezzato dal vivo questa opera spettacolare di Salvi e Pannini, mi sono accontentata delle puntate di Piero Angela.

Ho visitato la Fontana almeno un paio di volte, ma la folla impressionante mi ha suscitato un senso di rifiuto.

Il problema principale è stato dato dal fatto che non ci si poteva fermare dato la folla di visitatori che si preoccupavano di farsi la foto mentre lanciavano la monetina, scena che grazie al film di Fellini ha contribuito al suo successo rendendola tra le più celebri al mondo!

La storia della Fontana di Trevi è abbastanza travagliata, e la si può capire e apprezzare meglio se la si conosce!

Da Fontana di Trevi avevo la possibilità di scegliere se visitare il Quirinale, che si trova sulla sommità del colle, oppure raggiungere Via delle Muratte e Proseguire per Via di Pietra che conduce direttamente a Piazza di Pietra dove si trova il Tempio di Adriano. Da qui seguendo Via dei Bergamaschi sono arrivata a Piazza Colonna al centro della quale si trova la Colonna di Marco Aurelio, e proseguendo per pochi metri sono arrivata a Piazza di Montecitorio.

Ero alla ricerca di un posto carino dove fare una pausa, perciò ho deciso di proseguire per Via degli Uffici del Vicario e ho optato per Giolitti per un ottimo gelato!

Per me la sosta da Giolitti è a dir poco d’ obbligo, i dolci sono buonissimi, come tutto del resto.

Da qui è facile raggiungere Piazza Navona, infatti svoltando in Vicolo della Guardiola si arriva a Via delle Coppelle alla fine della quale si trova Piazza Navona.

 

Roma Piazza Navona Fontane

Roma Piazza Navona Fontana del Moro  

Ed è con Piazza Navona che finisce il mio secondo weekend romano, piazza che forse è il simbolo più emblematico della Roma Barocca, essa sorge sullo Stadio di Domiziano, dove ancora sono visibili i resti, ma di questo ne parlerò in un post dedicato ai Tesori di Roma!

Non potevo certo mancare di parlarvi dell’ aspetto culinario.

La Cucina Romana, non è certo una scoperta per noi italiani, per questo non starò qui a parlare dei menù, ma preferisco parlare della mia esperienza nei posti che più mi hanno soddisfatta!

Il caffè che preferisco per la colazione è Antico Caffè Greco, non solo per la qualità del cibo, ma anche per la sensazione di trovarsi in un posto speciale! Certo non posso dire che. Ci si possa sedere al tavolo, un caffè costa 6€, ma funziona così per tutti i caffè al centro di Roma!

Pranzare a Roma in modo economico ma senza rinunciare alla qualità per me è possibile grazie ai forni, che mi riportano alle antiche tradizioni, al mio luogo d’ origine, per i suoi odori e sapori!

Il più conosciuto è l’ Antico Forno di Campo dei Fiori, la pizza è davvero squisita, ma ha qualcosa in più, che consiglio a tutti di provare, le Visciole, delle mini crostate farcite con la confettura di Visciole, le mie preferite!

Per un piatto di pasta buono e low cost a Roma ho provato il Pastificio in Via della Croce 8, a pochi passi da Piazza di Spagna, prezzo per un piatto di pasta 4 € da portar via e mangiare il piedi!

Per la cena io ho due ristoranti preferiti a Roma, è per dirla tutta a Trastevere! Il primo della mia lista è Il Duca, adoro la carbonara che fanno loro, hanno una terrazza molto carina, ideale per la primavera ed estate, e tutto il personale è molto gentile e i prezzi sono bassi!

Il secondo ristorante, altrettanto ottimo, è Da Massi, a conduzione familiare da tre generazioni, sempre a Trastevere. Il mio piatto preferito? Tonnarelli Cacio e Pepe!

Con l’ acquolina in bocca vi ringrazio per aver letto questo post su i miei weekend a Roma cosa vedere sperando che vi sia piaciuto, alla prossima avventura!

Share.

About Author

Maria Mazzeo è fondatrice ed editrice di Viaggiare Cosi il sito di viaggi. Artista e fotografa freelance basata tra Roma, Londra, Barcellona. Una donna ambiziosa che ha creato dal nulla il blog Viaggiare Cosi per documentare in maniera personale e professionale i propri viaggi, in modo informale e soprattutto onesto. Ha visitato hotel lussuosi ma anche ostelli in viaggi indipendenti in Europa tra cui Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Germania, Austria, Grecia e costantemente impegnata ad organizzare la prossima avventura!

3 commenti

  1. Roma e una citta fitta di storia, ogni strada ha qualcosa da raccontare ecco perche se decidete di visitarla sarebbe bene avere a disposizione almeno una settimana ma, se il tempo manca, ci si puo far bastare anche un week-end lungo nel quale vedere i siti piu famosi.

Leave A Reply

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com